Consigli di viaggio: come ottenere il massimo dall’assicurazione

L'importanza di partire preparati

Un famoso detto recita "chi è causa del suo male, pianga se stesso". Con le assicurazioni nulla è più vero! Il male, in questo caso, è la superficialità con cui spesso non si leggono o comprendono termini e condizioni del contratto che si va a stipulare. Le assicurazioni sono diventate nel tempo sempre più specializzate nel definire cosa comprendono e (soprattutto) cosa escludono, in che modo risarciscono ed entro quali limiti, come si aspettano che i dati gli vengano trasmessi e quando gli debbano essere inviati… insomma, ogni compagnia ha le proprie regole, ma di certo con nessuna va dato mai nulla per scontato. Per quanto riguarda le assicurazioni viaggio è importante fare attenzione ad alcune regole valide per la maggior parte dei casi, che permettono a chi viaggia di partire con una sicurezza in più: quella di riuscire a ottenere il giusto rimborso, se dovuto.

Contatti e passi giusti

Ogni assicurazione ha una serie di contatti da attivare nei diversi casi di emergenza o necessità. Occorre sempre avere con sé questi contatti (n. telefono, email) oltre al proprio numero di polizza che viene sempre richiesto e serve a dare la risposta più rapida e corretta. Se si sottoscrive un'assicurazione online è possibile che occorra inviare a uno specifico contatto email il contratto firmato perché sia valido, così come è importante contattare il servizio emergenze mediche prima di recarsi da un medico all'estero: l'assicurazione di viaggio deve sempre autorizzare o essere informata nei modi e tempi previsti per garantire assistenza. 

Proteggersi dallo smarrimento bagaglio

I bagagli sono spesso un tema caldo per i risarcimenti in viaggio, in particolare quando si viaggia in aereo. Danneggiamenti, o peggio ancora smarrimenti, non sono poi eventi così rari. Per questo occorre giocare sempre d'anticipo:

– Aspetto e descrizione: dobbiamo conoscere marca, eventuale modello, colore, dimensioni e materiale del nostro bagaglio, possibilmente anche in inglese se viaggiamo all'estero. Scattiamo sempre una fotografia da allegare all'eventuale denuncia di smarrimento, aiuterebbe molto nella ricerca.  
 Etichetta bagaglio: occorre sempre etichettare ogni bagaglio con nome, cognome, n. di volo, indirizzo di casa e della vacanza (con relativo periodo di viaggio), n. telefonico con prefisso internazionale. Un foglio con gli stessi dati va inserito anche all'interno del bagaglio, nel caso in cui l'etichetta si stacchi e occorra aprire il bagaglio per individuarne il proprietario.  
 Contenuto: le assicurazioni e le compagnie aeree insistono molto sulla descrizione accurata del contenuto del bagaglio, in caso di richiesta di risarcimento. L'ideale è avere fotografie (fatele prima di chiudere i bagagli), descrizioni con marche, taglie, colori e modelli dei vestiti o particolari degli oggetti, oltre a eventuali prove di acquisto che ne attestino il valore.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi