La pizzica: il ruolo maschile e l’abbigliamento tradizionale

Che cos’è la pizzica

La pizzica è un ballo della tradizione del Salento che ha origini antiche e che è ancora ampiamente diffuso oggi perché parte delle radici culturali della regione. Il suo scopo primario era la guarigione delle donne tarantate, i cui comportamenti venivano considerati frutto di un sortilegio in quanto isterici, sconsiderati od osceni. È un malessere dell’anima, che viene affrontato e superato con il ballo e attraverso specifici strumenti che devono essere “pizzicati” per dar vita a particolari accordi. Dalla stessa esecuzione della musica è quindi derivato il nome del ballo. Per mantenere il livello delle esecuzioni e il rispetto della tradizione sono quindi nate apposite scuole. Infatti, proprio per il fatto di essere nata come una cerimonia terapeutica e di guarigione, la pizzica richiede determinati rituali. L’abbigliamento è uno di questi.

 

Il ruolo maschile nella pizzica

In origine il ruolo maschile nella pizzica era quello di suonatore/guaritore, mentre la donna era la “tarantata”. Con il passare del tempo la pizzica ha assunto l’aspetto di vera e propria danza, quindi viene ballata da una coppia. Nella maggior parte dei casi si tratta di un uomo e di una donna, anche se è possibile che i danzatori siano due uomini. Invece non è prevista una coppia femminile. In base al numero di uomini che partecipano allo spettacolo cambiano anche le sue motivazioni. La pizzica ballata in coppia è tipica di un contesto familiare, amoroso o di corteggiamento. Infatti spesso era un parente maschio più anziano a insegnare alle ragazze della famiglia i passi. Al contrario, quando la danza viene ballata da due uomini perde la sua connotazione di divertimento e diventa una competizione.

 

Camicia Uomo manica lunga Camicissima

 

L’abbigliamento maschile per ballare la pizzica

Per ballare la pizzica e immergersi nello spirito vivo della tradizione è necessario seguire le regole precise sull’abbigliamento specifico da indossare. Questa danza coinvolge sia gli uomini sia le donne, anche se originariamente erano queste ultime le protagoniste dello spettacolo. Per quanto riguarda le norme del vestiario maschile si prescrive un completo in tinta unita (gilet e pantaloni) dal taglio e dallo stile sobri, sotto cui si indossa una camicia a maniche lunghe. Il petto deve essere ben visibile, quindi non è prevista la giacca. Il gilet e i pantaloni devono essere di colore scuro, preferibilmente nero, per dare un tocco di eleganza all’abbigliamento. La soluzione ideale per creare un piacevole effetto contrasto e movimentare la figura consiste nel scegliere una camicia bianca, che risalti appieno sul completo scuro. In alternativa, si può optare per un capo di colore nero. Si tratta di un modello davvero basico, privo di dettagli decorativi e realizzato in tessuto molto leggero. Infatti la pizzica viene ballata anche d’estate, quando le temperature sono piuttosto elevate. In secondo luogo la camicia non deve essere aderente, bensì garantire un’estrema libertà di movimento. È una caratteristica che si spiega con il fatto che si tratta di una danza dal ritmo frenetico e veloce, quindi i passi vanno eseguiti con grande rapidità e scioltezza. Ecco perché la scelta della camicia va fatta con attenzione e cura. Il tutto viene completato da un paio di bretelle nere: infatti l’abbigliamento maschile tradizionale per ballare la pizzica non prevede l’uso della cintura. Invece si tende ad avvolgersi la vita con una fusciacca rossa, in modo da staccare ulteriormente i due pezzi del completo. La camicia è un capo fondamentale anche nell’abbigliamento femminile per la pizzica. A differenza di quanto accade per gli uomini, non esiste l’obbligo di indossare abiti in tinta unita o nei colori basici. Infatti la camicia può essere di qualunque tonalità, ma si consiglia​ tradizionalmente un capo bianco.

 

Conclusione

Quando si vuole provare questo ballo è bene indossare i vestiti tipici per amor della tradizione. Per ragioni di praticità si possono abbinare capi del guardaroba fino a ottenere l’effetto desiderato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi