Scegliere un camino a bioetanolo: perché conviene?

Il camino è una delle zone più importanti della casa: da sempre è considerato il centro sociale e conviviale dell’ambiente domestico, quello in cui attorno si svolge la vita comune delle persone. La sua funzione oggi non è cambiata, ma sono cambiate le proposte che si trovano sul mercato: oggi sono tante le alternative possibili rispetto al classico camino a legna. Una di queste è l’installazione di un camino a bioetanolo (scopri di più su maisonfire.com), soluzione ideale per chi vuole inserire all’interno della propria abitazione un elemento contemporaneo ed elegante, ma minimal allo stesso tempo; perfetto per chi non ha lo spazio o la possibilità di installare una canna fumaria, o semplicemente per chi non vuole farlo, così da evitare le polveri sottili generate dalla combustione. Il camino a bioetanolo si configura come la scelta ottimale, perché utilizza un combustibile ecologico prodotto dalla fermentazione di sostanza vegetali. Scopriamo nel dettaglio tutte le sue caratteristiche.

Camino a bioetanolo: quali vantaggi ha?

Come già anticipato, il bioetanolo è un bio-combustibile in grado di non immettere fumo nocivo e cancerogeno nell’aria. Utilizzando un camino a bioetanolo non si producono cattivi odori e non vengono rilasciati residui incombusti. La soluzione del camino a bioetanolo si sposa perfettamente con tutte quelle persone che vivono in un appartamento o in un condominio, e non possono installare una canna fumaria. I camini a bioetanolo devono rispettare alcuni requisiti delle norma, come indicato da un rapporto dell’agenzia di ispezione di caminetti. Queste però sono inerenti alle caratteristiche della capacità massima del serbatoio (3 litri), e prevedono che il serbatoio sia sempre fissato e sigillato correttamente, così da evitare eventuali perdite. La norma dice anche che la fiamma non deve svilupparsi troppo né vero l’alto né lateralmente; devono inoltre essere certificati secondo lo standard, dai produttori. I camini a bioetanolo apportano numerosi vantaggi:

  • Sono facilmente trasportabili: perfetti in caso di trasloco;
  • Non necessitano di manutenzioni;
  • Non necessitano di installazione di canna fumaria;
  • Non producono fumi nocivi e materiale da smaltire;
  • Funzionano indipendentemente dalla rete elettrica;
  • Non necessitano di lavori preliminari per essere installati;
  • Non sono soggetti a delle normative riguardanti l’installazione: diversamente dai normali camini con canna fumaria, che devono rispettare la legislazione, i camini a bioetanolo non necessitano di permessi per essere installati;
  • Producono una sensazione di calore, visiva e termica, senza eguali;
  • Non deve essere pulito: i camini a bioetanolo necessitano soli di cambio di serbatoio, quando il bioetanolo sta finendo;
  • Il suo design e valore estetico rendono il camino a bioetanolo una soluzione versatile, in grado di essere abbinata facilmente ad ogni tipo di arredamento interno.

Le tipologie di camini a bioetanolo

Le tipologie di camini a bioetanolo reperibili sul mercato sono diverse ed i prezzi variano in relazione alla loro efficienza, alle prestazioni, alla grandezza e alla tipologia. I camini a bioetanolo più utilizzati sono:

  • Camino a bioetanolo da parete: questa tipologia di biocamino è la soluzione ideale per avere all’interno del proprio spazio domestico un complemento d’arredo innovativo ed elegante, in grado di garantire un effetto scenico unico. La soluzione da parete del camino a bioetanolo, permette di inserirlo in ambienti come soggiorno e salone.
  • Camino a bioetanolo da incasso: se si vuole installare una soluzione ad incasso di camino a bioetanolo, è indispensabile procedere con delle semplici opere murarie, poiché si deve ricavare all’interno del setto murario, una sezione in grado di contenere la scocca del camino. Il vantaggio di questa soluzione è nell’estetica del risultato finale. Con un biocamino incassato, il design sarà perfettamente integrato con la composizione architettonica e d’arredo degli spazi.
  • Camino a bioetanolo da terra o pensile: le soluzioni da pavimento sono le più semplici e versatili. Garantiscono ottimi riscaldamenti ed un design moderno ed elegante. Il camino a bioetanolo pensile, funziona attraverso una struttura metallica, con rifiniture in acciaio corten e lastra di vetro temperato che protegge la fiamma.

La possibilità che i camini a bioetanolo offrono sono innumerevoli: il loro design raffinato ed unico, la loro capacità di non inquinare e immettere fumi nocivi nell’aria e la possibilità di avere in casa propria un riscaldamento efficiente e versatile, rendono questa tipologia di camini una delle soluzioni migliori per chi vuole fare bene all’ambiente o semplicemente non può installare un camino con canna fumaria.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi